MENU

Mimmo Rotella

0
1012
0
Nasce a Catanzaro il 7 ottobre 1918. Studia arte a Napoli e successivamente si trasferisce a Roma. Qui conduce ricerche ed esperimenti in varie direzioni: fotografie, foto-montaggi, decollages,assemblages di oggetti eterogenei, poesia fonetica, musiche primitive. Nel 1951-52 é negli Stati Uniti grazie ad una borsa di studio della ” Fullbright Foundation ” di Kansas City ricevuta dapprima come studente e poi come artista. Nel 1954 Emilio Villa lo invita ad esporre in una mostra collettiva i suoi manifesti lacerati. Le opere di Rotella si imposero subito all’attenzione della critica e del collezionismo d’avanguardia ed a questa prima mostra ne seguirono molte altre. Nel 1961 partecipa su invito del critico francese Pierre Reastany al gruppo Noveaux Rèealistes ( Arman, Cesar, Deschamps, Dufrène, Hains, Yves Klein, Martial Raysse, Niki de Saint-Phalle , Spoerri, Tinguely, Villeglè). Nel 1963 realizza le prime opere di arte meccanica ( Mec_Art ) stampando immagini fotografiche su tela emulsionata. Alla fine degli anni ’60 realizza gli artypoplastiques, prove di stampa, colori, percezioni, riportate su rigidi supporti di plastica. Rotella si é imposto per avere fatto dell’arte un comportamento: ” Giocando con l’erotismo e la speculazione intellettuale Rotella é un agitato che passa attraverso vari stili con un distacco […]
Read More ›

Man Ray

0
996
0
Man Ray, al secolo Emmanuel Radnitzky, nasce a Philadelphia il 27 agosto del 1890. I suoi genitori emigrano dalla Russia negli Stati Uniti durante gli anni Ottanta. Nel 1897 la famiglia si trasferisce a Brooklyn, New York, dove Emmanuel inizia ad interessarsi di arte e architettura. Finiti gli studi nel 1908, Emmanuel è attratto dalle gallerie e musei di Manhattan e diventa un visitatore regolare della Galleria 291 di Alfred Stieglitz, dove è introdotto al concetto di fotografia come arte ed entra in contatto per la prima volta con il modernismo europeo. Nel 1912 la famiglia Radnitzky cambia il proprio cognome in Ray ed Emmanuel decide di adottare una versione abbreviata del proprio nome, Man. Da questo momento in poi firma le sue opere con Man Ray (spesso abbreviato in MR). Nel 1913 Man Ray lascia la sua casa per vivere con una comunità di artisti a Ridgefield, New Jersey, dove incontra, e presto sposa, la poetessa belga Donna Lecoeur, pseudonimo Adon Lacroix, che lo introduce alle opere dei poeti francesi Mallarmé, Rimbaud e Apollinaire. Nell’estate del 1915 l’artista francese Marcel Duchamp visita la comunità, e Duchamp e Man Ray diventano amici e collaboratori. A Ridgefield l’opera di Man Ray […]
Read More ›